21 gennaio 2017

Letture e novità

L'anno nuovo mi ha portato diversi libri ma il tempo per leggerli non sarà molto e so già che dovrò andare con calma ed avere pazienza, perciò evito ogni fretta e mi godo le cose ,poco per volta e quando possibile .
E soprattutto nella tranquillità di casa :)












Espressamente ho evitato di chiedere manuali attinenti al lavoro perché sinceramente ,per ora, mi basta quello pratico che ho e che mi stanca parecchio la testa e ,difatti, ve ne è solo uno legato in qualche maniera alla creatività: la biografia di Jobs.
Penso che lo terrò per le vacanze estive mentre invece inizierò i due sottostanti quando verrà la primavera con le sue serate tranquille e quando la magia delle letture mi accompagnerà verso un nuovo "progetto di viaggio" in Bretagna :)













Siccome ultimamente il lavoro mi sta stancando parecchio approfitto del sabato mattina per leggere qualcosa di un po' più profondo e che mi prenda a livello interiore o di conoscenza, così da non perdermi nel vortice "della produzione professionale"e restare invece più vicina alla quotidianità umana.
Con questo non intendo dire che ciò che realizzo professionalmente con il disegno non abbia anima, anzi! Però ,quando si lavora per circa 10 ore al giorno entro paletti stabiliti dal cliente ( che ovviamente ha delle necessità editoriali da rispettare ), a fine settimana ci si sente piuttosto scarichi ed io, personalmente ,trovo recupero scendendo dentro di me e ricollegandomi alla semplicità della mia natura di essere umano, anche grazie alle letture.

Così stamattina ho dedicato un paio d'ore all'inizio del primo titolo in foto ,anche perché ero estremamente curiosa di capire come fosse impostato, e prima di riporlo ve ne lascio un accenno perché mi pare d'aver trovato nuovamente un libro "interiore" ma anche "con i piedi per terra".
Quando lo conoscerò meglio ,magari, ve ne parlerò di più.
Per ora approfittate e sbirciate un po' :
















A parte questi nuovi libri ho in lettura ,ormai prolungata e sempre presente data la profondità del testo ( veramente ben scritto ), ho questo titolo di Anodea Judith:













ma anche questo ,davvero interessante, di Kondratiev :
















Siccome raccontarvi "in maniera semplificata" il primo ( come qualcuno mi ha chiesto via email ), sarà una vera impresa ,penso che attenderò di arrivare alla fine e di raccogliere i miei appunti in merito. Perciò ho deciso che la precedenza, in termini di blog, andrà al secondo che ,pur prendendomi tempo perché lo sto studiando come un vero testo storico riguardante le tradizioni e gli accadimenti storici relativi alle popolazioni celtiche e alla loro spiritualità, mi permette di regalare al blog stesso una piccola novità.

Ho difatti pensato che sarebbe bello condividere qualcosa che viene da questa cultura, così da avvicinarla e chiarirla un po' anche a chi non la conosce ,e dar modo di comprendere quanto questo popolo fosse in stretto contatto con la semplicità della Natura, argomento tanto caro al mio cuore.

L'amore per la Bretagna e le sue tradizioni mi hanno riportata ai fondamenti di una cultura popolare che è stata la base di tutta la tradizione europea cristiana facendomi scoprire e riscoprire dettagli perduti e nascosti dietro alle festività moderne e credo che condividere tutto ciò potrebbe arricchire altri , esattamente come sta facendo con me.

Perciò da oggi troverete una nuova etichetta ,sulla sinistra, che raggrupperà i post dedicati all'argomento e che si chiamerà  CELTICA .
Penso che la inaugurerò con un post riguardante la prima festa celtica dell'anno ,ovvero Imbolc, che cadrà il primo giorno di Febbraio.








La vedete approssimarsi qui nella Ruota dell'Anno , il calendario che suddivide l'anno nelle otto feste sacre ai Celti , e le dedicherò qualche riga esplicativa come avevo fatto in precedenza con il Solstizio d'Inverno. Per ora però vi lascio al calendario nella sua totalità ,così che possiate rifletterci su da soli se ne avrete la voglia ed il tempo.

Questo è in legno intagliato e l'ho ricevuto in dono da mio fratello proprio in occasione del nuovo anno. Rappresenta l'andamento ciclico della vita ed essendo tondo è perciò perpetuo.

Nella cultura celtica il cerchio era un simbolo profondamente sacro e, a ben guardare, lo era anche per molti altri popoli ,dato che si ritrova anche nei calendari Maya e nei Chakra indiani.
Chissà poi quante volte lo avrete ritrovato riproposto in diverse vesti anche in libri o film d'ispirazione fantasy.
Uno su tutti il famoso Auryn de La Storia Infinita che ,pur rimandando all' Uroboro ( il serpente che si mangia la coda già presente nella tradizione egizia) rimane comunque il simbolo di qualcosa senza inizio e senza fine, esattamente come i cicli tanto cari ai Celti.

Spero che l'idea celtica vi piaccia e vi aspetto ai prossimi post !
Un abbraccio :)


Per i curiosi : ora siamo a cavallo fra le due festività , Yule e Imbolc ,ed io ho segnato il momento con una piccola fascina di legno e gemme bianche per rappresentare la stagione invernale, la quale viene riscaldata dal fuoco tramite la legna da ardere e che a breve offrirà simbolicamente anche la luce grazie al bianco dei primi bucaneve.



16 gennaio 2017

Sperimentazioni ed aggiunte al portfolio #01-2017

Oggi inizio il colore del terzo volume delle Bible Parables alle quali sto lavorando e poi forse, dopo la consegna di questo libro, potrò permettermi di farvi sbirciare dentro qualche tavola.
Nel frattempo approfitto della mini pausa di stamattina per aggiornare il blog anche sul fronte illustrazioni e vi mostro le ultime cose realizzate per il portfolio.

Avendo poco tempo, e possedendo già nel book tavole grandi e composte, mi sono concentrata su qualcosa di piccolo scegliendo di lavorare sul colore e sui personaggi, entrambe cose utili ai fini del lavoro poiché comunicativi tanto quanto una tavola ben strutturata ed impaginata.

Ogni tavola è visibile in formato più grande (e con molti dettagli) sulla mia pagina Behance QUI, che è anche la vetrina più aggiornata, ma allego comunque qualcosa a questo post perché so che ci sono degli affezionati, curiosi anche dei w.i.p. e delle matite :)

Quel che segue è tutto digitale, tranne ovviamente il disegno di base che viene sempre eseguito a matita su carta. A me piace molto il contatto con la carta e la grafite e per quanto sia comodo realizzare un rough veloce con penna e tavoletta, preferisco sempre poter pasticciare e cancellare fisicamente.

Dicevo che è tutto digitale perché ora, in termini di tempo, si sta rivelando molto utile ed anche perché così posso saturare meglio i colori accontentando i clienti dell'agenzia ,che da bravi anglofoni richiedono spesso colori luminosi e puliti.
Mi sono creata una serie di pennelli personalizzati e confrontandomi con l'agenzia ho deciso di disegnare qualcosa di emozionante ad ora di trattamento e di personaggio, così ho optato anche per sperimentazioni di occhi differenti e di un disegno che parli sempre più all'anima e che mi appartenga molto.

Alcune cose sono solamente delle matite e resteranno lì finché non avrò un altro "spazio di tempo interessante" in cui potermici dedicare con la testa giusta, magari meno stanca e satura dello stile che sto utilizzando per la Bibbia e che DEVE assolutamente ricalcare quello di 4 anni fa quando sono usciti i primi 12 volumi della stessa collana.
Detto fra noi, cosa assolutamente non facile.

Dopo ciò, ecco qui le mie piccole nuove illu :)














































Pur non essendo un pezzo espressamente da portfolio, ci tenevo a fare una piccola fanart di una serie che ho amato alla follia, e che spero riprenda presto, perciò ecco qui anche Eleven di Stranger Things. 
E' davvero la prima volta che mi cimento in questo genere di cose e penso che mi abbia guidato solamente il cuore :)













Ancora un paio di matite ,non finite, dal mio sketchbook e riprendo a lavorare.
















Un abbraccio e buoni disegni a tutti !



15 gennaio 2017

I curiosi 4 Elementi che compongono la Vita

In base alla mia ,seppure piccola, esperienza personale sono giunta alla conclusione che lo sviluppo e la crescita del proprio sé sono fondamentali se si vuole vivere una vita serena, in equilibrio fra sé ed il mondo intorno.
Perciò tempo fa ho iniziato a scrivere diversi post sull'argomento (che ritrovate cliccando l'etichetta La Maison Zen ) condividendo suggerimenti verso un possibile percorso di crescita personale e ,nel farlo, ho continuato a documentarmi in merito.

Che volete farci , io sono così.
Quando qualcosa mi attrae sento poi la voglia di studiarlo più a fondo ,per capire meglio il perché della fascinazione che "la cosa" ha esercitato su di me, e finisco ovviamente per allargare il ventaglio degli argomenti perché quando si parla di spiritualità ( e quindi anche d'interiorità) salta fuori che questa si presenta al mondo con vesti differenti ma in realtà solo per poter raggiungere le persone su piani diversi a seconda del loro istinto.

Ma facciamo un piccolo passo indietro.

A me ,sostanzialmente, piace ciò che nell'immaginario collettivo è identificato con "il fantasy"misto però ad un tocco di "sci-fi "che rende le cose ,in qualche maniera, un po' più pratiche e concrete.
Ok, forse risulta complicato, portate pazienza, ciò che intendo dire è che amo la magia (in quanto materia sottile ed ancestrale insita nell'uomo e nella Terra ) ma mi piace anche il fatto che certi mondi immaginifici possano avere basi concrete (rappresentate ,secondo la mia visione, dai macchinari presenti nelle storie di fantascienza), un po' come in un albero, in cui le fronde volano con il vento ma le radici prestano buon ancoraggio nel terreno permettendoci di sognare ed al contempo anche di concretizzare.

Penso perciò che siano queste due anime a spingermi a leggere, studiare e documentarmi riguardo a quella materia ,impalpabile ma con una stretta connessione con la vita terrena, che è la spiritualità.

A ben guardare ,infatti, tutti i vari libri che ho letto o sto leggendo, dai testi d'ispirazione indiana (come i discorsi di Osho o lo studio dei Chakra) fino a quelli sulla cultura celtica ,sulla comprensione dei tarocchi, sullo svisceramento dei 4 elementi o sull'avvicinamento ai 4 accordi toltechi, sono solo molte vie per giungere ad un unico scopo:
imparare a conoscersi profondamente e a rapportarsi con il mondo al fine di vivere la vita il più serenamente possibile, così come anche a sviluppare un buon equilibrio interiore, ritrovando la fiducia in sé ,coltivando la propria voce e facendo in modo che questa brilli pur senza soffocare le altre. Il tutto con gentilezza ed anche un pizzico di determinazione.

(A rileggere queste ultime righe mi pare di vedere il sunto dei consigli che condivido con gli aspiranti illustratori. Anzi, è proprio così perché in questo mestiere di equilibrio interiore ne serve sempre parecchio.)

Divagazione professionale a parte, quel che sto dicendo è che ci sono molti modi per arrivare a conoscersi e ad auto-aiutarsi e che nessuno andrebbe discriminato solamente perché si ha un'errata conoscenza dello stesso.
Secondo me, infatti, se si conserva uno spirito positivo e si sceglie la luce ,piuttosto che il lato oscuro della forza (Star Wars docet), ogni veicolo può risultare utile e benevolo.

Perciò, con questo in mente ,alcuni mesi fa ho comprato un libro ed ora che ho terminato di leggerlo e studiarlo più a fondo ne vorrei parlare un pochino qui. Non è una recensione vera a propria ma solo la mia opinione a riguardo, perciò prendetela come tale e sentitevi sempre liberi di dire la vostra :)

Il libro è questo:












ed è un testo molto scorrevole di un'autrice italiana che ha studiato il mondo vegetale e che ce lo ripropone in termini magici, affiancando ad esso i 4 elementi presenti in ogni essere vivente.

Il contenuto è proposto in maniera interessante ed affascinante poiché ,pur "parlando alle streghe" tramite una parte con "ricette a base di magia verde"( che in parte mi hanno ricordato certi ottimi rimedi BIO di ordine pratico ), porge una mano alla concretezza ,diventando così uno strumento per guardarsi dentro.
Penso che le Sacerdotesse di Avalon, così come le persone amanti del mondo naturale, lo apprezzeranno perché la Natura stessa fa da padrone in questo testo e comunica al proprio IO così come  fanno i cicli delle stagioni o della giornata se ci si prende il tempo di ascoltarli.

In sostanza quindi è un piccolo libro ,leggero ma anche profondo ,che consiglierei a molti, anche a chi non è strettamente interessato al mondo pagano o magico, poiché offre degli spunti riflessivi sul piano personale tramite l'osservazione dei 4 elementi e porta ad osservare con occhi nuovi le proprie peculiarità caratteriali.

Certamente ciascuno è libero di decidere se seguire o meno le meditazioni proposte ,così come di utilizzare le ricette oppure no, ma vi suggerirei di dare una chance al libro per ritagliarvi del tempo per voi stessi ,per pensare a certi lati del vostro carattere e per tentare di comprendere perché a volte si faccia così fatica a rapportarsi con gli altri.
Magari tra le righe scoprirete che in voi ,e nell'altro che credevate così diverso, ci sono determinate peculiarità che vi accomunano al mondo e facendo ciò potreste sviluppare un maggiore senso di appartenenza al pianeta sul quale vivete, con relativo aumento della tolleranza verso gli altri e rispetto  verso il pianeta stesso.

Personalmente credo che rifletterò ancora su questo testo guardando la natura ed il mondo vegetale che ci regala la vita ma nel frattempo ho creato delle cartoline riassuntive da conservare nel mio angolino dedicato alla spiritualità.


































Stanno tutte in un semplice formato a4 ed una volta stampate su carta fotografica penso si conserveranno a lungo.













Sono realizzate in tinta neutra ,poiché la trovo più delicata del nero, ma è possibile cambiarne la tonalità utilizzando semplicemente photoshop.
Se vi piacciono e le desiderate potete lasciare un commento con la vostra email ed io vi invierò il file in versione stampabile.

Un abbraccio e a presto!

8 gennaio 2017

BIO bellezza e salute : i prodotti base

Pur non trattando esclusivamente l'argomento BIO, il blog ci tiene a dedicare l'Epifania appena passata a qualche consiglio per prendersi cura di sé in maniera naturale e così, anche se con un po' di ritardo, ecco qui un sunto di quel che io considero una buona base ,pratica ed anche abbastanza economica, per crearsi da soli la propria BIO SPA in casa.

Ovviamente sono solo suggerimenti e ciascuno deve sentirsi libero di adattarli alle proprie esigenze e possibilità, perciò traete le vostre riflessioni personali in tutta serenità.
Se vorrete condividerle con me o se avrete delle domande io sarò felice di leggerle nei commenti.

Inoltre, siccome non tutti hanno la possibilità di visitare fisicamente i negozi BIO, lascerò a fondo post un paio di shop online ,ben scelti e ben forniti ,nei quali trovare tutto o quasi o almeno la tipologia di prodotto relativa. Dopo anni di BIO ho imparato a destreggiarmici bene ,sfruttando anche i vari codici sconto o le promo ,quindi non fatevi problemi a chiedere in caso abbiate delle incertezze. Vi aiuterò volentieri.

Personalmente compro quasi esclusivamente BIO proveniente dal territorio francese ,poiché la scelta è più ampia e poiché ho trovato una migliore attenzione alla scelta degli ingredienti oltre ad un ottimo rapporto qualità-prezzo, ma ovviamente nessuno vi vieta di cercare prodotti simili fra le proposte italiane. L' esperienza e la ricerca degli ultimi 4 anni non mi hanno portato soddisfazioni in questo senso, a parte un ottimo balsamo all'aloe della TEA NATURA, e da qui la natura della mia attuale scelta.

Detto ciò, ecco il post !

Anche durante le vacanze bretoni 2016 ho incrociato diversi negozi bio, a volte veri e propri supermercati e catene dedicate ,e devo dire che ogni anno rimango sempre più stupita dalla dimensione, dalla loro diffusione sul territorio e dalla vasta scelta di prodotti offerti.
Alcuni shops sono paragonabili a certi nostri grandi supermercati poiché vendono anche tutto ciò che riguarda la casa, l'alimentazione, la pulizia e non solo la cura personale, permettendo così di comprare in una volta sola tutti i prodotti necessari.
Giusto per darvi un'idea, ho scattato alcune foto anche se ,come sempre, non rendono giustizia alla vastità della scelta :)



















Ad ogni modo, avendo così tanto a disposizione e sapendo ormai quale tipologia di prodotto mi risulta davvero utile durante l'anno, ne ho approfittato facendo scorta ,pur sempre tenendo a mente di prendere solo ciò che uso realmente e in un periodo di tempo limitato perché ogni prodotto , essendo biologico, ha una sua scadenza, di solito non troppo lunga.

Qui c'è il bottino "annuale" e sotto vi racconto tutto separatamente :)














Detergenti
Da tempo volevo la semplicità di un detergente in saponetta, comodo da portare in giro e senza confezione di plastica, ma faticavo a trovare qualcosa che non fosse troppo disseccante per la mia pelle estremamente sensibile.
Alla fine ho "seguito il naso" e ,optando per questa marca che adoro, ne ho trovati due ottimi.
Entrambi a base di miele ed altri doni delle api, poco profumati e molto delicati anche sul viso, soprattutto il primo in alto.
Decisamente un'ottima casa di cui vi consiglio tutta la linea, anche lo sciroppo invernale a base di propoli che uso da qualche anno e che mi aiuta ad evitare forti raffreddori.














Se invece preferite un detergente liquido, vi consiglio la linea Cosmo Naturel ,di cui scegliere la profumazione che amate di più, poiché è priva di solfati e per questo motivo evita i problemi di secchezza della pelle dati invece da altri prodotti.
La stessa linea fornisce anche lo shampoo, sempre con lo stesso principio ,e perciò ottima ,soprattutto se si hanno i capelli fini e delicati.
In foto vedete il bagnoschiuma al miele ma esistono anche altre profumazioni, come la salvia o la lavanda:















Il profumo di questo non è il massimo ma si sente appena e non è persistente, quindi ci passo sopra e attendo di finirlo per cambiare fragranza al prossimo acquisto ;)
Oltre al pregio di non avere solfati, questa confezione è grande e dato che basta davvero pochissimo prodotto essa dura molto a lungo, perciò io lo trovo un buon investimento.
Inoltre il rapporto qualità-prezzo è fra i migliori.

Vi invito a non sottovalutare la questione solfati poiché fa davvero la differenza ad ora di problemi di pelle ed anche perché sono rarissime le case che si occupano di eliminare dai prodotti questi elementi così fastidiosi.
Personalmente non ho ancora trovato alcun prodotto italiano che rispetti questo criterio ad ora di ingredienti ma, se voi aveste notizie, sarei felice di conoscerlo.

Scrub e massaggio
Sinceramente stufa degli scrub ai nocciolini e del fatto che facessero la funzione di doppio detergente ( e quindi troppo disseccante per me ) mi sono orientata su altro ,anche per intervenire con più semplicità ed in maniera più ecologica su di me e sull'ambiente.
(Sapevate che molti dei nocciolini tritati presenti negli scrubs non sono vegetali ma piccole perle di plastica dannose ed inquinanti ?)

Con tutto ciò in mente ho quindi comprato dell'olio di macadamia ,da utilizzare insieme ai fondi di caffè come massaggio anticellulite, e una spazzola da "massaggio a secco" per il corpo.

Utilizzo la spazzola ogni mattino sulla pelle asciutta di gambe e braccia, massaggiando (leggermente perché la spazzola è molto "robusta") in direzione del cuore, così da riattivare la circolazione ed eliminare le cellule morte.
Pare una sciocchezza e ricorda un po' le strigliate dei cavalli ma funziona benissimo :)
La pelle rimane liscia e levigata grazie ad una semplice azione meccanica esfoliante ,che nel contempo risveglia il corpo, ed è davvero piacevole.

Uso invece l'olio ,mescolato ai fondi del caffè, solo 1 volta a settimana prima del bagno/doccia.
Questo mi permette di fare un ulteriore scrub+massaggio anticellulite e di avere in più la funzione nutriente e detergente dell'olio.
Difatti ,quando uso l'olio ,non mi lavo con nessun altro sapone.
Semplicemente bagno la pelle ,strofino olio e caffè e poi sciacquo a lungo con acqua tiepida e una manopola in cotone.
In questo modo la pelle viene pulita ma non disseccata e l'effetto finale è uguale a quello che si avrebbe lavandosi e poi mettendo una crema idratante, ma con la morbidezza extra data dall'olio che è tutta un'altra cosa e senza alcuna sensazione di unto.

Piccola nota: l'olio di macadamia sa di nocciole tostate.















Nutrimento corpo 
Questa estate ho scoperto una magnifica crema per il corpo che non unge e non appiccica, nemmeno nelle giornate più calde, e che idrata molto bene.
E' quella con la fogliolina verde ed ha un profumo di fiori talmente delicato da volersi annusare continuamente :)
Sul serio, ero scettica quanto al fattore "appiccico" ma invece mi sono ricreduta completamente.
L'ho testata anche qui a Torino con 35 gradi ed un tasso di umidità da fare spavento, poiché l'ho comprata online a Giugno, e poi ne ho presa un'altra in vacanza per tanto che l'amo.

Altra cosa molto consigliata è la pomata nel vasetto che è in realtà un prodotto per bambini ma che fa meraviglie sulle parti secche di adulti come gomiti o piedi.
E' un bel mix di burri vegetali ed è piuttosto densa ,perciò ne basta pochissima .
Essendo una "crema da pannolino" svolge una funzione lenitiva molto profonda ed ha un odore di talco buono da svenire :)

Data la sua consistenza ,a volte ne uso un briciolino sulle punte dei capelli, dopo il phon, così da lucidarle e dar loro consistenza.
Ricordate di scaldarla molto bene sulla mano prima di applicarla!














Idratazione
L'aloe si è rivelata favolosa durante le vacanze poiché ci ha letteralmente salvati dalle prime ustioni oceaniche e così l'abbiamo adottata a tempo pieno.
Dico "abbiamo" perché anche Mr Baggins, estasiato dai risultati che gli hanno permesso di tornare nero nero e senza spelare dopo i primi due minuti dal passaggio del confine, ha apprezzato così tanto l'aloe da volerne un tubetto tutto per sé.

A parte l'ironia, questo è stato il miglior alleato idratante a dispetto di tutte le creme estive ,doposole e non.

Questa marca specifica poi ha davvero un effetto migliore di altre testate in precedenza e ridona alla pelle tutta l'acqua di cui ha bisogno ,soprattutto dopo un bagno di sole su pelle estremamente bianca.

Applicato la sera sulla pelle bollente e color aragosta ,permette infatti di evitare la formazione delle bolle da troppo sole e la successiva spellatura. L'effetto lenitivo non si percepisce subito, anche se la consistenza gel rinfresca parecchio, ma in una notte fa sentire i suoi effetti benefici.

Inoltre ha mille usi come "idratante senza unto" dopo l'epilazione o su pelle ferita o come impacco idratante sui capelli. Insomma, per me è top e la uso anche mescolata ad una noce di crema (quella a fogliolina verde) per avere il piacere del profumo insieme al massimo dell'idratazione.
L'aloe di suo è quasi senza odore ma a me queste ricorda un po' il salso del mare e quindi qui a casa opto per il mix.

Praticamente addio doposole e unto sulle magliette.



La crema viso, in quanto idratazione specifica, non è compresa in questo post ma trovate qui la mia combo preferita ( crema e olio Ballot Flurin ) che uso quotidianamente da Settembre a Giugno.


Cura dei capelli
Una domanda che spesso mi viene posta in privato riguarda le spazzole ,così ne approfitto per mostrarvi le mie due principali più quella nuova presa in vacanza.
In sostanza ,per avere dei bei capelli ,sani e lucidi, oltre ad uno shampoo mirato servono delle buone spazzole, in pelo (naturale ,non sintetico) e in legno, e si deve avere l'accortezza di lavarle ogni settimana con acqua tiepida ed un pochino di shampoo.
Il massimo sarebbe anche avere un pettine in legno a denti larghi ,per districare con gentilezza i capelli bagnati, ma si può optare anche per quello in plastica, a patto che sia completamente liscio e senza sbavature.

Le spazzole che uso io hanno 3 funzioni diverse:
-la piccola in legno, con dentini anch'essi in legno, mi serve per districare i capelli asciutti ,ogni mattina e sera
-la grande piatta, con denti molto fini ,misti sintetici ma soprattutto in pelo di cinghiale, è utile prima dello shampoo per ripartire bene il sebo dalle radici alle punte, aiutando così le punte stesse a patire meno lo stress del lavaggio (proprio perché protette dall'unto del sebo).
-la piccola stretta , anch'essa in legno ma con dentini esclusivamente di pelo di cinghiale, è l'ultima arrivata ,quella "da principessa" e che utilizzo solo sulle lunghezze e punte per lucidare.
La chiamo "da principessa" proprio perché non serve a spazzolare o districare ma va usata solo successivamente ,con lentezza e come un mantra, e per rendere lucida la chioma grazie all'effetto naturale del pelo animale.
Badate bene a non districare con questa o vi porterete via moltissimi capelli poiché è molto fitta.














L'effetto di una buona serie di spazzole dona molta lucidità ed elasticità e questo si vede eccome.
Perciò investite un po' ma comprate bene, perchè ,se avrete scelto con cura, vi dureranno una vita ed i capelli ne saranno molto felici :)










Lo shampoo non è compreso in questo post ma troverete degli articoli a lui dedicati seguendo l'etichetta bio sulla sinistra. Avendo parlato diverse volte di questo argomento ed essendo così soggettivo ed importante, vi rimando alle varie marche testate ,così che possiate scegliere accuratamente secondo le vostre esigenze.
Ad ogni modo, il mio preferito rimane sempre quello della Cosmo Naturel ( miele, calendula e avena) di cui leggerete sfogliando il blog.
Faccio solo un breve ultimo cenno al balsamo poiché questo è davvero ottimo, sia usato come maschera prima dello shampoo che dopo, in entrambi i casi SOLO sulle punte per non appesantire.

E' un prodotto bretone ,decisamente buono ad ora di ingredienti e dal prezzo rispettabilissimo.
Ha un profumo dolce ma non nauseante e rende le punte molto morbide. Io lo uso ogni settimana ma basta pochissimo prodotto ,perciò dura a lungo.
Inoltre ha il bonus di trovarsi online anche sul sito italiano Biovegan Shop ^^
Per me è tutto top ,devo dire altro? :)















Massaggi articolari e cura delle contratture
Argomento forse da vecchiette ma sinceramente utile in quanto illustratore che passa le ore a disegnare, con conseguente fatica di spalle e collo.

Per tamponare i problemi articolari derivanti dal lavoro, quelli lievi e per i quali non ricorro al fisioterapista, ho scelto due prodotti specifici e dalla profumazione non troppo forte, che uso per massaggiare appunto spalle e collo quando ne ho bisogno.
Uno è in stick ,con applicatore a pallina, e contiene principalmente del silicio organico ,totalmente naturale ed utile per ritrovare l'elasticità delle articolazioni .
L'altro è in crema ed è un mix di estratti di erbe che aiutano a scaldare e lenire le contratture (vi metto anche una foto degli ingredienti così potete leggere da voi).
Li uso in maniera combinata quando ne ho bisogno ed approfitto della viscosità della crema per massaggiare a lungo la parte dolorante.
Come dicevo ,il profumo è lieve ,anche se un pochino pungente, ma è molto meno fastidioso di altri balsami del genere poiché è smorzato dalla presenza di diversi ingredienti "profumanti",sempre tutti naturali.




























Profumazione degli ambienti
Parlando di profumo eccoci all'ultima parte del bottino SPA :)

Si tratta di oli essenziali già pronti in mix di diverse piante e fiori che utilizzo per contrastare i cattivi odori di casa quando non posso aprire le finestre.
A ciascuno la libertà di scegliere la fragranza preferita a seconda dell'umore o delle necessità terapeutiche, poiché gli oli essenziali hanno anche un effetto benefico sulla psiche. Studiate quindi bene le proprietà dei vari oli prima di comprarli e poi decidete di conseguenza.

A parte gli immancabili rosmarino, limone e lavanda comprati singoli ed usati anche nell'acqua della vasca da bagno, ho preso per la casa questi due specifici flaconcini.
Uso quello piccolo in salone, anche quando medito, perché grazie al suo mix mentolato e fiorito apporta un'ondata di fresca energia, mentre quello grande mi serve nei pressi del bagno ,per contrastare l'odore di fumo ed i ristagni della cucina.

Difatti, purtroppo, Mr Baggins è un fumatore ed anche se ora è giunto a 4 sigarette al giorno (fumate rigorosamente fuori) io fatico moltissimo a sopportare l'odore che si porta dietro.
Con questo mix Odarome però ho risolto poiché in breve neutralizza completamente ogni cattivo odore e lo fa in maniera del tutto naturale.
Le erbe contenute sono principalmente salvia, origano, rosmarino ed altre aromatiche ma sono mixate talmente bene ad altri fiori da produrre delle note per nulla fastidiose ,seppure vagamente "pizzicanti".

Spiegare gli odori non è facile ma potrei dire che entrambi questi mix ricordano in prevalenza l'odore degli aghi di rosmarino misti alla menta e perciò sono molto purificanti.

Per le mie necessità li trovo insostituibili e a volte aggiungo un po' di olio essenziale di limone per spezzare la routine o quando voglio profumare il bagno mentre scaldo la mia SPA personale :)














Gli oli essenziali vanno usati con attenzione e cura ed il modo migliore per diffonderli in casa in tutta sicurezza sono i diffusori appositi ,da riempire d'acqua mescolata a qualche goccia di olio prescelto.
Io ne ho tre in base alle esigenze delle stanze ma il migliore è l' Aglaia grande poiché ha il timer e la portata d'acqua che mi permette di lasciarlo acceso fino a 5 ore.

Li ho presi tutti su Amazon it ma vi sconsiglio quello piccolo in finto legno perché è troppo instabile e si rischia costantemente di rovesciarne il contenuto.
A parte questo li trovo davvero una soluzione molto utile se si vuole qualcosa di piacevole ma principalmente naturale.
Infatti andrebbe ricordato che ogni cosa si disperda nell'ambiente verrà respirata ed assorbita dal corpo perciò meglio offrire qualcosa di sano .















Ecco, spero che questo post vi abbia dato qualche suggerimento utile e chiudo con qualche piccola info detox post feste natalizie, utile a ritrovare la forma con dolcezza e senza stress.

-Invece di seguire qualche dieta ferrea, pensate piuttosto a bere molto e spesso, sia dell'acqua che qualche tisana ,meglio se zuccherata solo con miele.
-Ritagliate dieci minuti al mattino per fare dei saltelli sul posto ,in modo da riprendere un piccolo allenamento in attesa delle giornate più calde per uscire e correre un po'.
Se vi sentite ardimentosi aggiungete anche qualche serie di addominali ma in ogni caso non esagerate.
Stressarsi così, di botto e soprattutto se siete fuori allenamento, non aiuta affatto ma mette solo di cattivo umore. Meglio poco e spesso, da aumentare con il tempo.
-Mangiate tanta verdura al vapore o qualche zuppa ,condite con olio, parmigiano e qualche spezia, e consumate poco sale e zucchero.
-Date tempo al corpo di desaturarsi dal periodo festivo ,magari prendendo dei mix naturali di elementi come finocchio ,carciofo, psillio e clorella per aiutarlo a bruciare i grassi ed espellere le tossine.
Anche qui ,siate gentili e non esagerate e magari prevedete anche una piccola cura di fermenti lattici per aiutare il corpo a sopportare meglio lo scombussolamento dovuto al detox ,che comunque non dovrebbe durare più di 30 giorni.

Ascoltatevi sempre , mi raccomando :)

Che dite ,siete curiosi d'intraprendere la strada del BIO ma non sapete bene da dove iniziare?
Potreste farlo leggendo questi primi articoli del blog come avvicinamento :
bio capelli
routine viso
alimentazione
ricetta coccolosa

Se poi volete continuare la lettura ,troverete ogni altro post relativo al BIO in generale (corpo, capelli, alimentazione) e alla costruzione della vostra SERENITA' personale, cliccando sulle rispettive etichette: BIO e MAISON ZEN ,che trovate scorrendo la colonna di sinistra.
Questo perché sani e naturali bisogna esserlo fin dall'interno, dall'anima, e per far ciò occorre anche sviluppare un equilibrio personale interiore.

Ecco infine la piccola serie di negozi online, testati e fidati, in cui reperire del buon bio.
Buone compere ed un abbraccio :)

BIOVEGAN SHOP
ECCOVERDE
MA BOUTIQUE O NATUREL
MONDEBIO