23 settembre 2016

La pasta "tutta in una volta" e la meditazione nel piatto

Dopo "il pane degli illustratori", la "torta del venerdì di consegna" e la "crema di nocciole bio slurp-slurp "ecco qui un'altra ricetta salva-tempo ma anche gustosa e leggera.

E' la "pasta tutta in una volta" :









Personalmente mangio la pasta solo 1 o 2 volte a settimana e non lo faccio mai a cena perché preferisco consumare carboidrati a pranzo quando ho tutto il pomeriggio per bruciarli, sia fisicamente che mentalmente.
I carboidrati ,difatti, sono detti anche glucidi o zuccheri ed apportano senso di sazietà ed energia al tempo stesso ,entrambe cose utili per affrontare un pomeriggio di lavoro in cui il cervello deve sfornare senza sosta e se si vuole evitare di mangiucchiare altro fino a cena.

Inoltre, se accomunati a verdure e scelti nella loro forma integrale ,o proveniente da cereali come ad esempio farro e kamut, i carboidrati aggiungono fibre ,sali minerali e vitamine utili al corpo per restare in salute.
Infine, se il tutto viene condito con olio d'oliva e spezie, si può gustare un piatto dal buon sapore ma che rispetta anche la forma fisica. A patto ovviamente di non mangiarne una quantità esagerata, altrimenti si rischia di dormire sui fogli da disegno :)

La ricetta che vi racconto qui ha ,oltre a tutti i pregi appena descritti, una caratteristica unica ossia la velocità di preparazione/cottura che la rende comodissima quando si ha poco tempo.
Bastano infatti 20 minuti per averla pronta nel piatto e altri 10 per mangiarla assaporandone ogni forchettata.

Se poi in tutto questo ponete molta attenzione ai dettagli ,potrete trasformare questi 30 minuti in una "meditazione da cucina", utile per rilassare la mente e tornare alla scrivania totalmente ricaricati.

Per farlo vi basterà osservare ogni ingrediente mentre preparate il piatto, sentirne il profumo ogni volta che vi passa sotto al naso ed apprezzarne il colore ad ogni boccone.
Pare sciocco ma questo tipo di osservazione spinge a vivere il momento presente e quindi ad allontanare per mezz'ora la testa dallo stress.

Quel che vi serve per preparare il piatto è :
una pentola alta e comoda (con coperchio e cucchiaio di legno), una razione di pasta (la mia qui sotto è integrale) ,delle spezie (io ho scelto aglio ,peperoncino ed erbe provenzali), dell'olio d'oliva ed un po' di sale fino.
Non serve eccedere con il sale, ne basta un po' per salare le verdure poiché la pasta ne raccoglierà il gusto nella cottura e ,grazie anche alle spezie ,sarà tutto ugualmente saporito.















Inoltre procuratevi due pomodori freschi, una zucchina e mezzo peperone giallo ,tutti da lavare e tagliare a cubetti. Ovviamente potete scegliere la verdura che vi va, io vi racconto quel che ho messo qui ma non è vincolante.
Personalmente ho scelto queste tre verdure per poter mangiare tre colori ed avere vitamine e sali minerali poiché per me questo è un piatto unico e non mangio altro.

Ora mettete la pentola sul fuoco, versate 3 cucchiai d'olio e aggiungete le verdure.
Subito dopo mettete le spezie e mescolate una volta, poi aggiungete la pasta ed il sale e fate cuocere a fuoco vivace per 15 minuti mescolando ogni tanto.
La verdura da sola produce molta acqua e questa dovrebbe essere sufficiente per fare cuocere la pasta ,in caso si asciughi troppo in fretta aggiungetene mezzo bicchiere e fate cuocere finché la pasta non vi pare pronta.

Trucchetto:
io la spengo quando è ancora un po' dura e lascio il coperchio sulla pentola per qualche minuto.
In questo modo la pasta assorbe l'umido della pentola e termina la cottura naturalmente, oltre a raggiungere una temperatura giusta da poterla mangiare senza ustionarsi.

Ecco, ora non vi resta che versare tutto in una bella ciotola e gustarvi il pranzo :)

Perché una ciotola ?
Perché questa cottura tende ad amalgamare tutti gli ingredienti formando un sughetto che si raccoglie sul fondo e che è buonissimo se mangiato con un po' di semplice pane tostato.













Se non amate la versione con la verdura, sappiate che potete usare lo stesso metodo per preparare la classica pasta pomodoro e basilico :














Vi basterà sostituire le verdure con questi due ingredienti ed aggiungere un intero bicchiere d'acqua alla cottura perché la pasta avrà bisogno di più umidità.













Altro trucchetto: 
se il pomodoro che avete non è molto maturo, vi suggerisco di mettere anche un cucchiaino di zucchero ,così da renderlo meno acido. In più, se volete aggiungere un tocco "croccante", mettete qualche strisciolina di peperone a metà cottura.
Così si cuocerà meno e sarà più piacevole sgranocchiarlo.


Mi raccomando, fate cuocere a fuoco alto e con coperchio.
Solo così otterrete una pasta al dente ed un sugo da leccarsi i baffi :)







Buon appetito e mangiate colorato anche se ormai è autunno, aiuterà l'umore ed anche la linea !
Se un piatto di pasta non vi basta, potete mangiare anche una banana e così avrete un plus di energia e del potassio ,che dovrebbero saziarvi fino a sera.
In caso contrario prevedete un tea nel pomeriggio oppure uno yogurt con 2 frollini bio .

Come sempre quel che c'è qui non è l'assoluto ma solo un suggerimento da chi passa tante ore seduta ma che non vuole rinunciare ai gusti.
A voi di costruite il vostro equilibrio anche in base alle vostre necessità.

A presto :)

Nessun commento:

Posta un commento

ciao ! grazie per il tuo commento :)