30 giugno 2016

Bio ,alimentazione e routine di chi passa tante ore al tavolo da disegno










La scelta di passare totalmente al BIO per i capelli ,due anni fa, è capitata in un momento particolare che io non credo a caso e che ha innescato un processo più grande coinvolgendo un po' tutta la mia quotidianità .
Questo perché il maturare di certe consapevolezze fa pensare su scala più globale e porta a rendersi conto sempre più che su questo pianeta non siamo soli e che, come per il nostro corpo, ne abbiamo solo uno da preservare, il più possibile e in buona salute.
Perciò ho pensato di scrivere questo post.
Per tenere traccia di questa evoluzione e condividere la routine e le scelte alimentari che seguo e che portano beneficio, soprattutto in caso di lavori così sedentari come il mio.

Certamente, vivendo in questa realtà e dovendo fare i conti con diversi fattori tra cui il costo superiore del BIO in generale (cibo ,saponi per la persona e detersivi), non ho potuto fare il salto completo ,,come nel caso dei capelli, ma ho comunque fatto delle scelte ed apportato piccoli cambiamenti nello stile di vita in favore di una quotidianità migliore, più semplice e sana.















Note generali

Iniziamo col dire che io mangio un po' di tutto ma, per abitudine personale, lo faccio in maniera molto misurata, mai fuori pasto e con una portata sola ogni volta.
Faccio tre pasti (e due spuntini ,mattina e pomeriggio, solo se ne sento la necessità) e la cosa non mi pesa affatto proprio perché è diventata un' abitudine, perciò iniziate a lavorare su quello e pensate che ,come per tutto il resto, si parte da poco e pian piano si creano nuove routine, poco alla volta.

Avendo un compagno che mangia molto di corsa e volendo invece io continuare a mangiare con tutta la mia calma, ho optato per portate singole tipo un primo e la frutta ad un pasto oppure un secondo di verdure e formaggi o pesce, ad un altro.
Personalmente non mi forzo mai in diete particolari e ,se mi va ,non rinuncio ad una fetta di pane ,burro e miele ogni tanto, la sera, dopocena.
Per me è una coccola e ,se ritengo di averne "spiritualmente bisogno", me la concedo senza sensi di colpa :)

Cerco di mangiare anche quello che mi stuzzica meno ,poiché so che la varietà fa bene ,e non sono golosa di dolci ma all'occasione non manco di mangiare del tiramisù, del gelato, una fetta di torta di mele fatta in casa, qualche biscotto e la cioccolata fondente ,che amo !
Diciamo che in un anno la frequenza con cui mangio queste cose è di circa 1 volta al mese ma ovviamente non le mangio tutte insieme.
Per fare un esempio potrei dire che se mangio il tiramisù una volta a gennaio attenderò febbraio per mangiare la torta e, nel frattempo, mi concederò solo qualche biscotto con il tea del pomeriggio o del cioccolato .
Però lo ripeto, per me non sono restrizioni perché ormai sono abituata quindi, prima di tutto cercate di fare pace con il cervello e non dannatevi troppo.
I regimi alimentari sani sono veramente tali solo quando la mente recepisce i cambiamenti come realmente positivi e non come privazioni/punizioni :)

Il mio punto debole sono gli alimenti salati e i prodotti da forno come frutta secca, patatine, pizza ,pane e primi in generale ma la mia fortuna è che ne consumo pochi perché ,di fatto, mangio poco e adoro la verdura in qualsiasi maniera. Di quella ne mangio tantissima, cotta o cruda.
Un po' meno la frutta poiché è dolce ma comunque qualcosa mangio perché contiene zuccheri e acqua ,oltre a preziosi sali minerali.

Ogni tanto mangio la carne ,diciamo una volta al mese per fare una media, e possibilmente preparata nella maniera più semplice. Però può capitare anche lo strappo alla regola e magari quella volta mi concedo il BBQ di pollo preparato da mio fratello e ,nuovamente, senza sensi di colpa.

Quelli infatti sono il modo migliore per stare male, psicologicamente e fisicamente, poiché la colpa innesca un meccanismo per cui ,dopo aver mangiato qualcosa che il nostro cervello reputa vietato, ci si priva da matti dello stesso per cadere infine ,preda della forzata astinenza, nella disperata ricerca del cibo che si era eliminato.
Insomma, un circolo vizioso sciocco e poco salutare.
Perciò, se vi va del cioccolato (per fare un esempio) ,mangiatelo e basta.
L'importante è che questo non accada ogni giorno ,in quantità esagerate e se non fate nessun tipo di esercizio fisico.

Ovviamente scrivendo questo post non tengo conto di allergie o particolari problematiche di salute ma faccio un discorso di situazione "normale" ,nella media di una persona sana perciò prima di tutto ,come sempre, pensate al vostro benessere e riflettete in base alle vostre esigenze di salute.
Quel che racconto qui è solo il mio vissuto personale, di chi passa tante ore seduto a disegnare ,che non è sovrappeso ma che ogni tanto controlla la situazione della propria "ciccia" per sentirsi meglio.














Dopo questo preambolo, e dopo aver ripetuto che tutto fa bene se in piccole dosi, vorrei ancora dire che ,di preferenza, consumo cibi freschi e non preconfezionati.
Qualche verdura o pesce surgelato ma niente di precotto e preparato e soprattutto non mangio nessuna merendina, barretta,  snack o simili.
Non consumo bevande di nessun tipo e non so che sapore abbia la Coca Cola poiché non l'ho mai assaggiata. Sono amante del tea mentre invece non bevo caffè.
Però d'estate ,se mi capita, bevo del tea al limone freddo confezionato ,in bottiglietta.
Lo ammetto, mi sfiziano un sacco quelle per bimbi col tappino da ciucciare, soprattutto in vacanza ^^
Adoro le fette biscottate ,che cerco sempre di comprare BIO e senza olio di palma come anche i frollini che mi concedo con il tea, e scelgo cerali BIO semplici come il kamut/riso/farro soffiati e qualche volta addolciti dal miele.
Quelli "famosi" ,di marca, sono pieni di zuccheri raffinati e ,per me, troppo nauseanti.
Amo la marmellata , il miele ed il burro e cerco di comprarli BIO.
Consumo alcune uova e tanto formaggio di vario tipo ,fresco e stagionato, ma sempre poco lavorato (intendo ad esempio una robiola piuttosto di una philadelphia ) ed ho una predilezione per i cubetti di Reggiano.
Adoro i sughi ma cerco di farli da me con ingredienti freschi e non disdegno nemmeno la panna, da montare, fresca :)
Amo le zuppe ,sempre preparate da me con ingredienti freschi o verdure surgelate.
Ogni tanto mi preparo anche la Rataouille, la zuppa di pesce o la quiche con le verdure ed il tonno.
Non cucino mai fritti ma se esco a cena e mi va, prendo le patatine fritte con l'hamburger della catena Eataly .
Questo però capita raramente, tipo una volta ogni due/tre mesi e solo d'inverno.

Ad ogni modo quando mangio fuori casa (vacanza, ristorante,pizzeria, asporto) prendo quel che mi va senza fare tante storie e senza rompere le scatole a nessuno perché ,come già detto, tutto fa bene se con misura e con giusto atteggiamento mentale.















Quindi non pretendo che mi si prepari la pizza con una farina BIO particolare e non questiono sul dove è stato comprato il gelato. Se mi va mangio, altrimenti no oppure assaggio e basta, per educazione o se è il caso.

Come per tutto il resto, anche qui si tratta di scegliere ed accettare che non tutti condividono le nostre decisioni così come si tratta di trovare un equilibrio ,nel rispetto di sé e del vivere civile e di chi ci sta intorno.

Ad ogni modo, da qualche tempo e qui a casa dove posso fare quel che voglio in termini di alimentazione, ho attuato piccoli cambiamenti che trovo ottimi per me e per il mio benessere fisico.

Ve li elenco per comodità :
Acqua 












Ne bevo 2 litri al giorno suddivisi in 1,5 di acqua vera e propria e 0,5 in tea e tisane.
Il primo bicchiere è al mattino ,prima di colazione, il resto via via nella giornata ,lontano dai pasti.
Ovviamente se al pasto voglio un po' d'acqua la bevo certamente ma l'acqua più preziosa è quella bevuta in altri momenti e prima che il corpo di dica che ha sete.

Succhi di frutta











Sono ottimi al mattino insieme allo spuntino o se voglio bere qualcosa di dolce ma si tratta sempre di frutta spremuta al momento e non di preconfezionato.
Arance d'inverno e pompelmi d'estate per quanto mi riguarda ma so che qualsiasi centrifugato di frutta va benissimo lo stesso.
I prediligo gli agrumi perché sono meno dolci, bruciano di più i grassi e li trovo più tonificanti.
Adoro l'ACE e qualche volta lo compro. In effetti è l'unico succo confezionato che mi concedo.

Colazione


Per me è sacra e devo sempre farla, anche se a volte ci dormo letteralmente sopra e va via per inerzia.
Tea o latte alternati ,a settimane, perché ho ricordi di colite che, anche se tenuta sotto controllo con la meditazione ed il percorso spirituale di questi anni, vorrei non ripetere.
Però amo il latte e non voglio abbandonarlo o sostituirlo :)
Cereali soffiati o fette biscottate con marmellata ,alternati anch'essi e qualche volta sostituiti da pane e burro d'inverno.
Se fa tanto caldo opto per succo di frutta ,ricotta o yogurt con miele e cereali, o pane integrale con marmellata. Sempre alternati.
Non mangio più il croissant, non è più mia abitudine perché, oltre ad apportare tanti zuccheri e grassi lavorati (che cmq a colazione poi hanno tutto il tempo per essere bruciati se il vostro lavoro vi fa muovere tutto il giorno), quando lo mangiavo non mi saziava abbastanza.
Perciò con lui ho chiuso ,pacificamente e senza mancanze.

Zucchero 











Ho eliminato il consumo di zucchero lavorato e dolcifico tutto con il miele di vari gusti.
Per me è stato un cambiamento graduale ma lo volevo con intensità e così non mi è pesato.
Non mi manca affatto lo zucchero ed il suo consumo è limitato a quello nascosto in certi cibi come i biscotti ma non ne faccio una questione di stato.
Semplicemente ,se posso scegliere uso il miele.

Zuppe
















Io le adoro e le mangio anche d'estate .
Per non morire sui fornelli col caldo, le preparo in quantità al mattino una volta la mese e poi le congelo in porzioni ,così da averne per più tempo. Quando serve le riscaldo appena, metto un po' d'olio e formaggio e le mangio così.
Se mi va ,ogni tanto, ci metto del riso di vario tipo ma mai pasta.

Pane & Co.














Pane, pasta e riso integrali ,o di altro tipo, hanno sostituito i classici.
Mi piacciono di più ,li trovo più leggeri e sono ricchi di fibre.
Ormai mixo sempre il riso (normale, integrale, nero, rosso etc) con cereali vari e mi faccio da sola il mio "sacchetto di riso" così è più comodo da cucinare.
Non mangio pane ad ogni pasto ma alterno, o lui oppure la pasta oppure i cereali .

Olio & Co.










Amo l'olio di oliva e lo prendo direttamente dal produttore che conosciamo.
Lo metto in tutto, anche quando preparo i dolci da forno, e nell'insalata lo mescolo all'aceto o al limone.
Non uso più sale , a parte quando cucino la pasta,  ma metto spezie o erbe aromatiche come rosmarino, basilico, pepe, peperoncino ,erba cipollina o erbe provenzali per dare gusto.
A volte metto un cucchiaio di pesto fresco sciolto in due di olio e condisco così.
Questi sono i miei condimenti quotidiani e consumo maionese ,salsa BBQ e sauce ciboulette solo in rarissimi casi, nemmeno una volta ogni tre mesi,  per una sola volta in un pasto e non tutte insieme.
La ciboulette poi è fatta in casa, così almeno la panna è fresca ;)
Ogni tanto nell'insalata gigante metto anche della frutta secca che aggiunge sapore e fa molto bene.

Farine














Ora sul mercato si trovano facilmente tante farine diverse ed io ne ho provate alcune.
Mi piacciono un po' tutte e ,per non fare torto a nessuno, le mescolo negli impasti.
Per il pane uso un po' di quella di segala o crusca, unita a quella d'avena o farro, mentre per i dolci la trovo troppo poco lievitante .
Amo anche quella di kamut, di mais e la manitoba, utile sempre per il pane.
La classica 00 ormai viene usata solo in rarissimi casi.

Attività fisica














Workout, corsa ,yoga ,Just Dance e passeggiate.
Queste attività si alternano nelle mie giornate/settimane, a seconda dell'umore, della temperatura ,del meteo e di quel che ho da fare.
Ad ogni modo cerco di svolgerne sempre una ogni giorno ,fossero anche solo 15 minuti di workout al mattino. Poco ma sempre aiuta parecchio.



Nonostante la mia alimentazione fosse già abbastanza buona, questi cambiamenti hanno fatto per me la differenza e mi aiutano ad avere una vita più sana anche se il mio lavoro mi fa muovere poco.
Si tratta proprio di aver perso quei due o tre chili che appesantivano la figura e che non volevo più e ,per me, è una gran conquista :)

Certo ciascuno deve trovare i suoi ritmi in base alle proprie condizioni e possibilità ma vi suggerisco di cuore di provare ad aprire la mente e a darvi delle opportunità di crescita perché essere più sani e in equilibrio con se stessi aiuta moltissimo, soprattutto se si fa un lavoro creativo ricco di momenti altalenanti.

Infine, se le persone che vivono con voi non condividono le vostre scelte alimentari non fatene un dramma e continuate tranquilli per la vostra via, senza forzature.
A volte non si sa cosa può succedere e potreste ritrovarvi con un compagno che prima o dopo inizia a prendere esempio da voi spontaneamente .
Ve lo dico perché Mr Baggins mangiava come un americano medio tutto fast food, bibite e prodotti lavorati ,mentre ora, pur non consumando ancora alcuna verdura, si sta aprendo a certi cambiamenti e senza alcuna imposizione.

Il suo metabolismo "BruciaOgniCosa" gli ha permesso ( e permette ancora a 40 anni ) di mangiare ogni schifezza su questa terra e in quantità industriali senza mai dargli problemi di peso.
Ricordo ancora i sette tubetti di maionese che compravo settimanalmente solo per lui insieme ai sacchetti di biscotti da mezzo chilo che andavano via in una sera davanti alla TV !
Perciò insomma, se uno così è riuscito a passare alla zuppa di verdure una volta a settimana e alla tisana tutte le sere, io penso che tutto davvero sia possibile :)

Perciò non sconfortatevi e se avete un obiettivo personale perseguitelo.
Le tentazioni ,soprattutto per chi lavora da casa, possono essere molte ma ,se lo vorrete realmente, riuscirete a controllarvi.
Fidatevi perché qui c'è un armadietto della cucina dedicato a Mr Baggins e alle sue scorte e, anche se io non amo i dolci, lui ama mangiare di tutto e qui è pieno di noccioline salate, croccantini vari e patatine che io faccio finta di non vedere.

In realtà non è proprio così, è che ci siamo pacificamente accordati sul fatto che loro devono stare lì in silenzio e che io devo imparare a controllare le mie golosità ,senza frustrazioni.

Ah! stavo per chiudere ma scordavo una cosa fondamentale per la mia creatività :
il cioccolato fondente !
Quando ne ho bisogno io lo mangio, un quadretto ,due o tre ,per darmi energia e conforto, solitamente d'inverno.
A volte ha pure le nocciole intere dentro e va benissimo così perché anche la frutta secca, se consumata con equilibrio ,fa molto bene.
Magari poi faccio un giro di corsa in più ;)

E voi ? Avete qualche routine o qualche scelta alimentare da condividere?

Un abbraccio e ricordate di volervi bene sempre,
Simona

ps 1:
Una foto piccolina di Mr Baggins ma shhh, che è timido ;)











ps 2: le foto di questo post vengono dal web e sono tutte libere da diritti, in ogni caso, se qualcuno ne avesse a male, me lo faccia sapere e provvederò a rimuoverle.

Nessun commento:

Posta un commento

ciao ! grazie per il tuo commento :)