7 febbraio 2016

Domenica mattina, di pioggia

Le domeniche mattina in cui non devo lavorare sono veri momenti di pace, soprattutto quelle di pioggia.












Alle 8 suona la sveglia ed io mi alzo ,mentre Mr Baggins dorme ancora.
Passo dal bagno, mi lavo il viso , bevo un bicchiere d'acqua e prendo un golfone da indossare sopra al pigiama. Poi vado in cucina ,scaldo l'acqua per il the e prendo un libro, solitamente qualcosa di Osho o comunque una lettura rilassante e che infonda calma.

Mentre aspetto che il the si raffreddi un po' ,mi siedo accanto alla finestra e mi godo la tranquillità senza inseguire un solo pensiero.
Di fondo sento l'orologio che ticchetta e poi Gwenn, che rosicchia un semino oppure tamburella con la zampina mentre si gratta un orecchio. Non ci sono altri rumori ed è il momento più magico di tutto il weekend.

Se piove poi, la luce è biancastra ed invita a sonnecchiare ancora.
Allora accendo una candela e prendo il libro, rannicchio le gambe sulla panca e mi copro con un plaid.
Pian piano faccio colazione e leggo, leggo in silenzio lasciando che ogni parola venga assorbita dalla mente portandomi quel senso di quiete che servirà ad affrontare poi tutti i giorni, soprattutto quelli più frenetici.




















Se posso ,mi concedo un'ora e mezza così, in una bolla di riflessioni positive.
A volte prendo un appunto, altre sento nascere un'idea ma cerco comunque di "non fare" e di lasciare al cervello lo spazio per ricaricarsi realmente.

In quel momento il cellulare è spento, così come anche l'IPad o il Mac.
Nessun social, niente web almeno fino alle 10.
Solo il silenzio sereno .
Per me è un momento prezioso, breve ma sacro e che cerco di rispettare sempre trovando la forza di alzarmi presto e tenendo fuori da me ogni connessione con il mondo.
A dire il vero,  vorrei cercare di alzarmi ancor prima per anticipare tutto ma so che dipenderà da quanto sarò stanca e perciò non mi impongo la cosa come un dovere ma l'appunto solo come suggerimento.

Poi, pian piano ,verso le 10,  il resto della casa si sveglia e tutto si attiva.
A volte accendo la dock station e lascio scorrere la musica francese che amo di più mentre riordino la cucina e Mr Baggins si prepara il caffè.
Da lì in avanti tutto cambia. Si aprono le finestre ed entra il mattino .

Il profumo del bucato è una delle cose che amo di più e che riempie la casa ogni domenica poiché stendo la biancheria in bagno, accanto alla finestra aperta verso l'alto.
A quello seguono vari momenti di riordino e pulizia ma devo dire che in questo sono fortunata poiché Mr Baggins fa la sua parte e la casa è talmente ben organizzata da non farci mai perdere tempo.

In realtà sono fortunata due volte perché la domenica c'è chi prepara il pranzo per me rendendo la mia domenica mattina ancor più tranquilla e ,certe volte, mi è possibile anche ritagliare un momento per fare yoga.




















Ho tante piccole fortune e ne sono consapevole e questo fa l'80 % della serenità che continuo a costruire ogni giorno .

Auguro anche a voi di trovare il modo per creare la vostra ,nonostante tutto.
Un abbraccio e buona domenica !

Nessun commento:

Posta un commento

ciao ! grazie per il tuo commento :)