18 maggio 2010

Walking in London-part2


E' giovedì, il nostro secondo giorno pieno a Londra. Siamo arrivate martedì pomeriggio e tendo sempre a non considerare la mezza giornata :)
Sveglia presto, colazione e alle 8:30 a.m. siamo per strada. L'idea è quella di andare al Natural History Museum e così studiamo un secondo la piantina. Non vogliamo mai fare due volte la stessa strada e quindi scegliamo sempre percorsi alternativi.
Il sole fa capolino tra le nuvole e ci incamminiamo attraversando i quartieri di Westminster, Chelsea e South Kensington.

Noi siamo a Westminster e , dall'hotel, c'è un'oretta e mezza di cammino .
Questa parte di città è tranquilla e decisamente ordinata e pulita. I bimbi che vanno all'asilo sembrano tutti dei piccoli lords con le divise colorate :)
Un papà dice al figlioletto "run! run! run! quick! " ed io rifletto :I bambini sono uguali in tutto il mondo, la mattina si fan sempre le corse per entrare a scuola. :)
Camminando ci godiamo la calma mattutina che al pomeriggio non ritroveremo più.




Lungo le vie di questa zona si sprecano le vetrine di Gucci, Prada, Versace e di tutte le grandi firme. Saliamo fino a costeggiare Hyde Park e svoltando l'angolo siamo al museo, come sempre in anticipo ma già c'è la coda.
Questo museo, gratuito, è la meta di tutte le scuole ,di ogni ordine, grado e nazionalità.
Inutile dire che sono curiosissima di vedere i dinosauri ed inconsapevole delle altre meraviglie che scoprirò solo dopo.

Già solo da fuori il posto vale la visita. Sembra di stare ad Hogwarts ed io ne approfitto per un paio di foto all'architettura.



Dentro c'è veramente una miniera di preziosi e mi rendo conto del perchè i bimbi/ragazzi vengono qui entusiasti. Altro che i nostri musei polverosi con gli animali impagliati! Qui sembra di stare ad "una notte al museo". Ogni sezione è curatissima, dettagliata e interattiva. Puoi toccare quasi tutto e fare tutte le foto che vuoi.
Il museo è suddiviso in aree di colore ma noi decidiamo di vederlo TUTTO ,è troppo bello per farsi scappare qualcosa.

Qui il mondo viene esplorato dentro, fuori, intorno e la materia analizzata sotto tutti i suoi aspetti. La cosa "sconvolgente" è che è tutto talmente ben proposto che non è mai noioso. Puoi creare le onde e studiarne gli effetti sulla terra, puoi vivere un terremoto e toccare un artiglio di dinosauro grande quanto una mano.

E anche se sei piccolino non scorderai mai ciò che hai imparato qui perchè ti è stato insegnato in maniera divertente.
Io ho riso da morire nel leggere le buffe teorie sull'estinzione dei dinosauri che ,a modo loro, ti raccontano aspetti veri riguardanti questi giganti della terra.

Ormai siamo dentro dall'apertura delle 10 a.m. e sono quasi le 4 p.m.

Un'ora e il museo chiuderà.
Noi usciamo in cerca di qualcosa da mangiare, sulla via che porta ad Harrods e che ci riporterà verso Westminster :) Come dicevo "mai due volte la stessa via" e così facciamo un po' i turisti giapponesi curiosi di vedere questo famoso "negozio".
Troviamo un Eat proprio davanti ai grandi magazzini e sostiamo ,mangiando più per riposare che altro.



Harrods si rivela un enorme palazzo con cappottine verdi e tanti piani pieni di pacchianerie e inutili sfarzi. Davvero finti ,poichè i bagni sn poco curati e ciò che è rotto è rattoppato con lo scotch.

Cerchiamo il lato divertente, piochè non ci interessa comprare, e sparliamo di tutte le immani inutilità che rigurgita, ovviamente a prezzi improponibili.
Alcuni scatti per ricordo e per renderci credibili al ritorno in patria.



Occhio al prezzo , si trattava di una piccola consolle da toeletta con specchio.
Io opto per una foto tra le borsette a pois e l'etichetta azzurra . Se ciò che dice è vero anche io in quel momento sono modaiolissima :)

Tra le risate e la stanchezza torniamo in hotel, cena al volo e nuovi piani per il venerdì.
Belgrave road è piena di hotel simili al nostro. Due, tre, quattro stelle ma che non corrispondo al nostro concetto di stella. Costano tanto solo per la posizione centrale, offrono il minimo ma solitamente il personale è gentile. La zona è tranquilla e in pochi minuti siete a Victoria station e alla stazione dei bus.
Noi ci addormentiamo verso le 11 p.m., stanchissime, tra il leggero rumore delle ruote dei bagagli che ci accompagna per tutta la notte. A Londra la gente va e viene a tutte le ore .

2 commenti:

  1. I bagni di Harrods sporchi?
    Ma se sono tirati a lucido, con una ventina di camerini per il trucco delle donne oltre ai wc!E in più, a settembre, quando sono andata io c'erano i profumi e la crema per le mani che chiunque poteva mettersi dopo essersi lavato le mani!Io l'ho trovato ultra lussuoso, gli ho fatto pure una foto :D

    RispondiElimina
  2. ciao Anonimo,
    che devo dirti , qnd sei andata tu sei stata più fortunata :)
    Io riporto solo le mie opinioni in base a quello che ho visto e lo scotch per rattoppare un rubinetto ,in un posto come quello, mi è sembrato una mancanza non da poco :)

    RispondiElimina

ciao ! grazie per il tuo commento :)